Quarantena preventiva obbligatoria dei dipendenti? No, grazie.

Con l’aumento dei casi di positivi al Coronavirus nei Paesi Bassi, le organizzazioni dei datori di lavoro VNO-NCW e MKB-Nederland temono una situazione complicata da gestire per i datori di lavoro, che avrebbero stipendi da pagare senza però avere personale, in un momento già abbastanza duro per l’economia olandese.

Con la quarantena obbligatoria, infatti, il numero di dipendenti costretti in casa può aumentare rapidamente, e non tutti i lavori possono essere svolti da remoto.

Le associazioni suggeriscono, quindi, di dare la possibilità ai lavoratori, venuti in contatto con soggetti positivi al Coronavirus, di essere sottoposti subito al test.

In questo modo sarebbe possibile evitare la quarantena preventiva obbligatoria richiesta, venendo incontro ai datori di lavoro dei Paesi Bassi in questo momento di crisi.

Questa, in poche parole, la richiesta delle organizzazioni olandesi VNO-NCW e MKB-Nederland.

Tuttavia, al momento, solo chi presenta sintomi può sottoporsi al test. Inoltre, come sottolineato dal RIVM, un test negativo non esclude che il soggetto possa essere comunque un portatore del virus.