Il mercato del fai da te nei Paesi Bassi

Fissare una staccionata, applicare della carta da parati o semplicemente installare una serie di mensole, anche senza essere dei veri esperti il fai da te ha da sempre un fascino particolare.

Un fascino a cui i consumatori dei Paesi Bassi non sembrano saper resistere, almeno stando ai dati del 2019 che confermano il fai da te come un settore fortemente positivo, anche se per il futuro qualcosa potrebbe cambiare.

Futuro meno positivo a causa dell’azoto

Se per ora il numero dei consumatori olandesi che dedica il proprio tempo a rinnovare, riparare e realizzare piccoli progetti sembra essere in crescita, una sentenza del Consiglio di Stato del maggio 2019 potrebbe giocare un ruolo importante per il futuro del settore.

Nei prossimi anni, infatti, il governo olandese è tenuto a ridurre le emissioni di azoto per rientrare nei parametri della UE – i Paesi Bassi superano i limiti di emissioni da ossido di azoto da diversi anni, con emissioni pro capite quattro volte sopra la media – e, per questo motivo, non è stato in grado di concedere permessi di costruzione per la stessa quantità di progetti che avrebbe normalmente concesso.

Questa situazione implica un numero minore di nuove case – incrementando il già grosso problema degli immobili – facendo aumentare il numero di affitti e portando, in teoria, sempre meno persone a svolgere piccoli lavori in casa – generando allo stesso tempo nuove soluzioni per l’arredamento, come il leasing per gli arredi di casa.

Competizione accesa tra grandi e piccoli marchi

Il fai da te è, spesso, sinonimo di voglia, o necessità, di ridurre i costi per un determinato obiettivo, motivo per cui sebbene i grandi nomi del settore abbiano sempre un fascino particolare – dettato un po’ dalle scelte di marketing e un po’ dalla qualità certificata negli anni  – nei Paesi Bassi i consumatori sembrano non avere troppi problemi ad acquistare prodotti di brand meno conosciuti, che offrono un buon rapporto qualità-prezzo.

Il mercato dei rivestimenti per pavimenti e non solo

Il 2019, in particolare, è stato un anno molto positivo per i rivestimenti non tradizionali per pavimenti e per i pavimenti in legno, che hanno registrano una crescita di vendite costante.

Al contrario moquette, tappeti e mattonelle, considerati sempre più obsolete, sembrano essere usciti dalle grazie dei consumatori olandesi, in quanto più costosi, più difficili da pulire e bisognosi di maggiori cure.

Nel mercato delle vernici e dei rivestimenti decorativi per la casa, rimangono salde le vendite di PPG Coatings Nederland BV e Akzo Nobel Decorative Coatings BV che hanno beneficiano di una vasta rete di distribuzione e di prodotti molto affermati.

Allo stesso modo Intergamma ha mantenuto alte le proprie vendite grazie le proprie linee Karwei e Gamma