Da aprile a giugno il 90% in meno di olandesi in vacanza

Lo scorso anno, durante il periodo aprile-giugno, gli olandesi hanno speso 5,4 miliardi di euro per andare in vacanza; una cifra che quest’anno per colpa del COVID-19 è calata drasticamente fino a 600 milioni.

In particolare – come era immaginabile – il mese più nero è stato aprile, subito dopo le prime settimane di restrizioni contro il Coronavirus. In questo periodo sono stati solo 400.000 gli olandesi a scegliere di andare in vacanza.

I Paesi Bassi, da sempre una nazione di viaggiatori giramondo, si sono trovati questa volta ad affrontare il concetto di “staycation”, e delle vacanze entro confini nazionali.

Ed ecco che, mentre il calo di vacanze verso mete straniere raggiungeva il 90% ad aprile, migliorando fino all’86,5% a giugno, i turisti olandesi ad aver scelto di spendere i loro giorni di vacanza nei Paesi Bassi sono stati solo il 19% in meno a giugno.

In virtù di questa situazione, la spesa per le vacanze sul territorio olandese nel secondo trimestre del 2020 è stata superiore a quella per le vacanze all’estero: un vero record, visto che di solito la spesa per le vacanze all’estero è da quattro a cinque volte più alta.