Cresce ancora il sistema di pagamento iDEAL: record di transazioni e diminuzione dell’importo medio

Era il 2005 quando le banche olandesi lanciavano il sistema di pagamento online iDEAL.

In quindici anni questo “strumento” si è evoluto fino a diventare sempre più utilizzato per acquisti online, ma anche per trasferimenti bancari tra consumatori.

A causa del Coronavirus, poi, in questi mesi iDEAL sta vivendo una crescita ancora più evidente, tanto che lo scorso mese 77,7 milioni di pagamenti sono stati effettuati tramite il sistema di pagamento olandese – parliamo di quasi 36,6% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso stando ai dati di Currence, l’organizzazione alle spalle di iDEAL.

Cambia lo stile di vita: aumentano Tikkie e piccoli acquisti online

Se si è raggiunto un picco di crescita così elevato lo si deve, probabilmente, ai cambiamenti di stile di vita che la pandemia ci sta imponendo.

Lo si nota, per esempio, dalla diminuzione dell’importo medio dei pagamenti tramite iDEAL effettuati dai consumatori dei Paesi Bassi: quindi si opta per iDEAL anche per pagamenti che prima si preferiva fare, magari, fisicamente.

Come riferisce un portavoce di Currence “Abbiamo acquistato cose meno costose e pagato online importi più piccoli. Abbiamo, inoltre, acquistato online più spesso per importi inferiori rispetto a prima”.

A influenzare la crescita non ci sono solo il numero di acquisti e il prezzo, ma anche le numerose transazioni fatte tra privati, come Tikkie, richieste di pagamento digitali e QR code.

Dal mobile usato per il giardino al nuovo televisore, così come biciclette, elettrodomestici ecc., i consumatori olandesi hanno preferito liquidare gli accordi tramite pagamento digitale piuttosto che scegliere il pagamento in contanti – possibile veicolo di infezione.

Ecco, tutti questi metodi di pagamento si appoggiano su iDEAL. 

Luglio il mese dei record

Negli anni i numeri di iDEAL sono cresciuti costantemente a discapito delle transazioni effettuate tramite carta di credito.

Nello specifico, si è passati dalle 4 milioni di transazioni del primo anno alle più di 250 milioni del 2011, fino alle 655 milioni di transazioni del 2019.

Come detto, crescita costante, che ha portato oggi il sistema di pagamento iDEAL a essere accettato da aziende in più di cinquanta paesi.

Luglio record anche per le transazioni tra consumatori (18,7 milioni) con importo medio di 41,64 euro, per un totale di 5,8 miliardi di euro pagato con iDEAL.

I numeri record di luglio non sono altro che un ulteriore passo di questa crescita dovuta, tuttavia, alle nuove abitudini dei consumatori.

Con iDEAL che sale, le carte di credito scendono

Oggi la quota di mercato di iDEAL nell’e-commerce è salita a quasi il 70% dall’inizio di quest’anno, a discapito della quota dei pagamenti con carta di credito – utilizzati di solito per prenotazione di viaggi, situazione che, a causa del COVID-19, si è verificata di meno del solito.

Il sistema di pagamento del futuro?

Certamente iDEAL è una realtà nei Paesi Bassi che supera di gran lunga, per efficacia e facilità di utilizzo, gli altri concorrenti; tuttavia PayPal e Apple Pay sono sempre in agguato, oltretutto al momento anche ING e Albert Heijn stanno studiando un sistema di pagamento veloce, facile e sicuro per i piccoli importi.

Non ci resta quindi che aspettare e vedere.